Giugno 29, 2021 Studio Associato

La ricerca conferma: I dipendenti hanno maggiori probabilità di stabilirsi rapidamente nelle piccole/medie imprese

Solo il 36% dei lavoratori delle grandi imprese si sentono accolti il primo giorno

 

Secondo la ricerca, è più probabile che i lavoratori si stabiliscano rapidamente nelle piccole imprese.

Il 41% dei dipendenti che lavorano per aziende con meno di 50 dipendenti ha ammesso di essere stato accolto a braccia aperte il primo giorno.

Quelli che entrano in un’azienda più piccola hanno affermato di sentirsi sistemati una settimana più velocemente di quelli che entrano in organizzazioni con più di 250 dipendenti.

Il sondaggio di 2.000 impiegati e specialisti delle risorse umane ha anche rilevato che il 56% dei lavoratori delle piccole imprese è stato contento di vedere la propria postazione di lavoro pronta per l’uso non appena entrati.

In confronto, solo il 36% dei dipendenti si è sentito accolto il primo giorno del lavoro in aziende più grandi, mentre la metà ha trovato già installato il proprio computer prima dell’arrivo.

 

Simon Connell, Direttore Generale degli specialisti di software di on boarding dei dipendenti Webonboarding, che ha commissionato la ricerca, ha dichiarato: “Iniziare un nuovo lavoro può essere una prospettiva scoraggiante, quindi è importante rendere il processo la migliore esperienza possibile”.

La strana sensazione quando ti sei presentato il primo giorno senza nessuno che ti mostrasse in giro, il tuo computer non era stato configurato o avevi una pila di scartoffie da compilare e generalmente ti sentivi spaesato.

Le aziende che fanno il possibile per assicurarsi che i nuovi dipendenti si sentano rapidamente i benvenuti, spesso scoprono che il loro personale rimarrà fedele più a lungo.

E le persone che lavorano in organizzazioni più grandi hanno maggiori probabilità di impegnarsi a far progredire la propria carriera e crescere come persona all’interno della propria azienda.

Coloro che lavorano in aziende con 250 o più dipendenti credevano di aver ricevuto una migliore formazione e assistenza man mano che crescevano nel loro ruolo.

Le persone che lavoravano in aziende più grandi hanno scoperto che tutti i loro processi di inserimento, come i documenti e i contratti HMRC, avevano maggiori probabilità di essere completati prima di iniziare a lavorare, rispetto a quelli delle imprese più piccole.

In aziende di tutte le dimensioni, il processo di scambio di documenti era in gran parte manuale, con i nuovi dipendenti spesso invitati a completare contratti cartacei e politiche aziendali.

Pertanto, uno su 10 degli intervistati ha avuto un’esperienza così negativa con l’inserimento in azienda, che ha abbandonato il nuovo ruolo prima ancora di iniziare.

E un quinto rifiuterebbe un ruolo in futuro se i processi dell’azienda per i nuovi arrivati non fossero all’altezza.

Il 64% degli intervistati tramite OnePoll, credeva anche che un buon processo di inserimento li avrebbe portati a rimanere in un ruolo più a lungo e a sentirsi impegnati in un’azienda.

Connell ha aggiunto: “Lo studio mostra che ci sono pro e contro nel lavorare per aziende di tutte le dimensioni. Spesso, le aziende più grandi sono in circolazione da più tempo e hanno processi di onboarding collaudati che sono stati messi a punto per anni. Tuttavia, c’è anche qualcosa da dire per le aziende che evitano un approccio “taglia unica”. Ciò che è chiaro dai nostri risultati è che far sentire i dipendenti apprezzati fin dal primo giorno in cui iniziano è un ottimo modo per fidelizzare la tua attività”.

 

Richard Jenkins

Independent

WordPress Video Lightbox Plugin